Il tweet di Planned Parrenthood è stato rimosso quasi subito, viste le polemiche che stava scatenando in tutto il mondo. “Abbiamo bisogno di una principessa Disney che abbia avuto un aborto. Abbiamo bisogno di una principessa Disney pro-choice. Abbiamo bisogno di una principessa Disney clandestina senza documenti. Abbiamo bisogno di una principessa Disney sindacalista. Abbiamo bisogno di una principessa Disney transessuale”.

Planned Parenthood (“Genitorialità pianificata”) è un’associazione statunitense che si batte per l’aborto (combattendo l’obiezione di coscienza di taluni medici) e per l’educazione sessuale di genere nelle scuole (leggasi, transgender), con filiali in tutto il mondo, Italia compresa. Sapendo, secondo quanto ipotizzato da CNN e The Washington Post, che la Disney starebbe penando ad una “fidanzatina” lesbica per la protagonista di Frozen Elsa (decisione presa in seguito alle martellanti pressioni di alcuni fan LGBT) l’associazione di Brooklyn si è fatta avanti. Facendo invece incazzare migliaia di persone.

La presidentessa di Planned Parenthood, Melissa Reed, si è così giustificata al Washington Post: “Ci siamo uniti a una conversazione su Twitter in corso sul tipo di principesse che la gente vuole vedere nel tentativo di esprimere un punto sull’importanza di raccontare storie che sfidano lo stigma e sostenere storie che troppo spesso non vengono raccontate“. Non tutti han gradito, però, ed il post è stato rimosso. Troppo tardi, però, visto che qualcuno è riuscito a “fotografarlo” e a farlo girare ugualmente nei social.

Fonte: “Il Populista”