Si sta svolgendo in questi giorni a Milano la scuola politica promossa dalla nostra associazione e dall’amico Lorenzo Fontana, europarlamentare e Vicesegretario Federale della Lega.
Tanti sono gli ospiti che abbiamo l’onore di ospitare: per formare la nuova classe dirigente del futuro servono idee e valori e questi possono nascere solo grazie allo studio, alla conoscenza e alla costanza.
Questa mattina Giuseppe Cruciani, conduttore radiofonico, ci ha parlato della libertà di pensiero contro la dittatura dell’informazione, che spesso tenta di omologare il linguaggio anche attraverso il bando di alcuni termini sempre stati di uso comune; il professor Ettore Gotti Tedeschi ha esaminato il controverso rapporto tra politicamente corretto e politicamente scorretto, argomentando alcuni esempi tipici come la relazione tra calo della natalità e aumento del consumismo individuale, immigrazione e occupazione, debito pubblico e instabilità delle Nazioni; infine il professor Massimo De Leonardis espone il passaggio dal sogno originario dei grandi padri fondatori cattolici (come il francese Robert Schuman, il tedesco Konrad Adenauer, l’italiano Alcide De Gasperi), alle contraddizioni dell’attuale Ue, che tradisce il progetto iniziale…